Skip to content
Intervista

Hayley per The Guardian: “Molta della mia depressione era rabbia nascosta”

The Guardian ha intervistato Hayley Williams riguardo Petals for Armor, album nato a causa della terapia e di un matrimonio fallito.
Foto di Lindsey Byrnes

Laura Snapes di The Guardian, quotidiano britannico con sede a Londra, ha intervistato Hayley Williams riguardo la nascita di Petals for Armor, primo album da solista della cantante. Ha raccontato il suo rapporto con il voler creare una famiglia, il suo ex marito e come arrivare a pesare 41kg le ha fatto capire che non poteva più nascondere che stava male.

Qui sotto la traduzione: 

Non le mancano i motivi per essere arrabbiata: prima di rilasciare After Laughter, ha lasciato suo marito da due anni (e partner da 10), il chitarrista dei New Found Glory, Chad Gilbert. 

Uno dei miei più grandi momenti di guarigione è stato rendermi conto che molta della mia depressione era rabbia nascosta. L’ho davvero rinchiusa verso l’interno di me stessa e mi ha fatto provare sempre vergogna”. La rabbia, scoprì in seguito, potrebbe essere un’energia; un riconoscimento di autostima. “Mi ha aiutato a capire cose che sono successe durante la mia vita che non erano giuste.

È iniziato tutto con il suo primo ricordo – il divorzio dei suoi giovani genitori. “Erano ancora ragazzi“, dice scrollando le spalle. “Hanno fatto un errore. Non è davvero qualcosa di cui arrabbiarsi. Ma quando ho fatto un po’ di terapia, mi sono resa conto che a quattro anni pensavo fosse colpa mia”. Si rese conto che tutto derivava da quel momento: “Ho sempre desiderato una famiglia”.

Con il desiderio di creare una band, Hayley non riusciva a trovare nessuno con cui suonare. Nel 2002, lei e sua madre sono fuggite dal suo “incubo di un patrigno” a Franklin, nel Tennessee. Vivevano con gli amici, in un hotel, in una roulotte, in un appartamento arredato con donazioni da un gruppo di assistenza della chiesa. Hayley è stata vittima di bullismo per il suo accento, quindi ha iniziato a studiare a casa con un tutor ogni settimana. Il primo giorno incontrò Farro, che la presentò ai ragazzi con i quali avrebbe successivamente formato i Paramore. La loro formazione in continua evoluzione ha profondamente sconvolto Hayley: “Stavo cercando così duramente di tenere insieme una famiglia”.

Fu lo stesso per la sua relazione con Gilbert, dice, che è iniziata nel 2008. Voleva rispecchiare l’unica relazione stabile nella sua vita: i suoi nonni, che si sono incontrati all’età di 12 anni e sono ancora insieme. La terapia in seguito le fece capire che aveva anche scelto un partner con cui poter rivivere il trauma del matrimonio dei suoi genitori. “Avevo una relazione molto malsana e continuavo a pensare: “Questa volta posso sistemarlo””. 

È rimasta discreta riguardo alla loro relazione per evitare recriminazioni pubbliche. “Probabilmente mi guarda come il cattivo”, ha detto a The Guardian. “Pubblicare la mia versione della storia di qualcun altro non è giusto, il che è divertente perché non penso necessariamente che dovrebbe essere giusto. Soprattutto non dopo la mer*a che ho passato”. Hayley sapeva che non poteva salvare la relazione prima del loro matrimonio nel 2016. Non voleva sposarsi. Ma le piaceva la conclusione ordinata. “Volevo tutto – la famiglia – e pensavo che avrei potuto anche smettere di fare musica per un po’ per farlo”. Non sarebbe mai stata una considerazione se si fosse sentita supportata. “Rinunciare alla cosa più preziosa per me? Ma stai scherzando?

Dopo che la coppia si è separata, la sua migliore amica le ha ricordato la mattina del matrimonio. Mentre aiutava Hayley con il suo vestito di Vera Wang e gli stivali Dr Martens, non smetteva di smantellarsi. Era fuori dal personaggio, ha detto, per qualcuno che di solito ha un atteggiamento piuttosto spensierato nei confronti del suo aspetto. “Quando me lo ha ricordato, mi sono persa“, dice Williams. “Perché quando hai così tanta vergogna, non vuoi che una persona veda un problema perché potrebbe essere l’apertura del floodgate”.

Il subconscio di Hayley aveva iniziato a farsi strada mentre scriveva After Laughter – in particolare su Caught in the Middle, una satira del suo talento per l’auto-sabotaggio. “È terrificante vivere in quella realtà perché ti rendi conto di essere il cattivo“, dice. “Continui a rovinare la tua storia apposta perché hai paura che qualcosa vada per il verso giusto e continui a sbagliare”. Ha sviluppato eruzioni cutanee e ha smesso di mangiare. Lasciò la relazione, abbandonò i suoi averi e si trasferì in un cottage di Nashville con un materasso sul pavimento, mobili da giardino prestati dai suoi nuovi vicini e un problema di infestazione da pipistrello che costò $10.000 per ripararlo.

Il ciclo promozionale di After Laughter era appena iniziato. Quando i Paramore hanno girato i primi due video, Hayley pesava 41kg. “Appena ho visto le mie foto, mi sono accorta che non potevo nascondere che non stavo bene”, dice. “E a una parte di me è piaciuto – se le persone sanno che non sto bene, non si avvicinano troppo”.

I suoi compagni di band la costrinsero a mangiare dopo l’inizio del tour. L’ex di Hayley è straight edge [stile di vita che prevedere l’astinenza da consumo di tabacco, alcool e droghe], quindi non aveva bevuto alcolici per la maggior parte dei suoi 20 anni. “Ma non riguardava davvero me“, dice. “Si trattava di piacere alla gente.” Il suo divorzio e la lenta accettazione delle sue emozioni l’hanno portata a tracannare tequila prima del bis, “cercando di liberarmi da una prigione in cui mi ero messa e di dimenticare allo stesso tempo”.

Quando è tornata a casa, ha iniziato la terapia e ha comprato mobili veri. Il nuovo album contiene una canzone intima e insolita chiamata Cinnamon, sulla sua casa e il piacere di fare colazione nuda. “Ho vissuto in una roulotte per mesi quando mia madre e io stavamo scappando“, esclama. “Essere in grado di avere il proprio spazio è un tale traguardo: questo è quello che sono, e questo è il mio rimedio”.

La vulnerabilità è diventata la sua più grande arma di protezione: “Non devi aspettarti che io sia fantastica!” L’introspettivo Petals for Armor è più crudo di qualsiasi disco dei Paramore. Ogni volta che Hayley lotta con la vergogna per il suo divorzio, ricorda senza timore reverenziale che non avrebbe avuto questa carriera se non fosse stato per il conflitto iniziato nella sua infanzia.