28 Maggio 2022

Quinto episodio di Everything Is Emo

Leggi la traduzione del quinto episodio "Ritorno agli inizi" di Everything is Emo, podcast di Hayley Williams.

Oggi è uscito il quinto episodio di Everything is Emo, nuovo podcast di Hayley Williams per BBC Sounds. L’episodio si intitola “Ritorno agli inizi”. 

“Sono io, Hayley, e siamo tornati con un altro episodio di Everything Is Emo, l’episodio 5. Potete crederci? Siamo arrivati fin qui e mi sto ancora divertendo molto, e spero anche voi. Voglio solo che questo sia un buon momento per tutti. I My Chemical Romance hanno un nuovo singolo ed è l’unico modo per iniziare questo show.

“Questi sono i My Chemical Romance con The Foundations of Decay. È nuova ed è un bel legame con l’ultimo episodio, il quarto episodio, che parlava dei ritorni. Sono tornati, ed è così bello vederli tornare con una canzone di sei minuti, scelta molto audace. Sembra che nulla sia mai cambiato, loro sono sempre stati audaci, e questo è quello che cerco con i My Chemical Romance. Ogni volta che devo fare scelte che so che molte altre band della scena non possono fare, guardo loro. Questa è una band potente che stabilisce gli standard. 

La playlist di questa settimana si concentrerà sugli album di debutto di band che hanno plasmato la scena in qualche modo o hanno avuto un enorme impatto. È così bello poter tornare al punto in cui le band hanno iniziato, anche band che potrebbero non essere diventate popolari fino a molti album dopo, come per esempio i Paramore. Il nostro album di debutto ha avuto reazioni positive ma Riot, il nostro secondo album, è stato davvero il nostro album di successo. Le persone continuano a scoprire i Paramore e altre band di continuo, e penso che sia così bello ed eccitante tornare all’inizio e vedere da dove queste persone hanno iniziato. Quindi questo è ciò che esploreremo oggi. 

Metteremo anche in luce artisti di Fueled By Ramen. Se non sai chi è Fueled By Ramen è un’etichetta indipendente nata in Florida. È lì che hanno firmato i Paramore, tramite loro abbiamo pubblicato il nostro primo album, tutti i dischi fino ad ora sono stati con Fueled By Ramen, che in seguito è stato adottato dalla Atlantic Records. All’inizio degli anni 2000 è successa una cosa enorme: le etichette indipendenti stavano davvero spiccando. Penso che più grandi case discografiche si stavano rendendo conto che non sapevano come fare o forse non avevano il tipo di risorse per rimettersi in sesto con alcune delle band che stavano firmando con loro, mentre le etichette indipendenti stavano facendo un ottimo lavoro. Stavano sviluppando le band in un modo così incredibile, in un modo autentico per la rispettiva missione o causa di ciascuna band. Hanno davvero capito l’importanza del rapporto tra i fan e le band, cosa che i fan hanno poi visto ai concerti. Queste piccole venue, con forse non più di 300-500 persone, stavano effettivamente plasmando l’industria nel suo insieme. Fueled By Ramen era una di quelle etichette che stava raccogliendo band che stavano appena iniziando e che avevano un po’ di seguito. Ci stavano aiutando a definire il nostro genere e in qualche modo a definire noi stessi a pieno titolo”. 

“Questi erano i Taking Back Sunday. Non posso credere che ci sia voluto così tanto per arrivare a loro. Quest’uomo, per me, sta entrando in un altro lato di questo genere che ha influenzato pesantemente anche band come i Paramore. Ricordo di aver visto il video musicale di questa canzone a casa di Zac e Josh quando eravamo bambini. Spesso passavamo tempo insieme a casa dei fratelli Farro dopo la scuola per fare pratica con la band o per scrivere o semplicemente per sederci al computer di famiglia e messaggiare con altri ragazzi della nostra classe. C’era questo cartone animato di cui eravamo ossessionati nei primi anni 2000 chiamato Homestar Runner. Con Homestar Runner potevi andare avanti a guardare questo mondo animato che ricordava molto il vibe dei cartoni animati di Adult Swim con personaggi di cui eravamo ossessionati. Ma tra una puntata e un’altra di Homestar Runner abbiamo visto il video musicale di questa canzone, e penso che ci fosse Flavor Flav. Erano la rappresentazione degli anni 2002-2003: magliette attillate, jeans da ragazza, le cinture un po’ messe da parte e capelli lunghi. Era proprio una dichiarazione, tanto quanto un movimento musicale. Quindi i Taking Back Sunday sono stati molto importanti e Adam dei Taking Back Sunday è stato come un rubacuori: ogni ragazza nella scena era ossessionata da lui. E sai, quando suonavamo al Warped Tour e ad altri concerti con i Taking Back Sunday, era proprio come un pandemonio”.

L’album on shuffle di questa settimana è uno dei più grandi debutti di tutti i tempi. Voglio dire, ci hanno anche vinto un Grammy. Per me, hanno spostato e offuscato molte delle linee che hanno definito l’emo e mainstream e grande musica rock e indie rock. Tutte quelle cose si sono un po’ sfumare insieme per diventare questa esperienza che è diventata Funeral degli Arcade Fire. Abbiamo la migliore canzone che poteva capitare in shuffle fin da subito. Questa è Wake Up degli Arcade Fire. È così potente, i testi mi distruggono. Non so proprio cos’altro aggiungere, semplicemente non ha bisogno di altro”.

“I Rited of Spring sono i creatori di questo genere. E non so se puoi sentirlo nelle chitarre e nel modo in cui emette emozioni e in qualche modo urla testi che altrimenti avrebbe potuto cantare. Questo è il genere post hardcore e risale al 1985. Lo chiamavano Revolution Summer. Questo è un movimento che in qualche modo è iniziato a Washington, anche band come i Fugazi sono nate da qui. E ciò che rende questo genere così interessante è che c’è stato un punto in cui questi ragazzi sentivano la necessità di staccarsi da ciò che era la norma e l’hardcore. E non solo questo era un movimento che riguardava la musica, c’era anche una parte molto politica e c’era molto attivismo che ne veniva fuori. Anche il vegetarianismo, il straight edge (sXe) e ogni sorta di cose che per me sono davvero divertenti da conoscere. Basta fare una ricerca veloce su Google, è proprio lì a portata di mano. Quando ho cercato per la prima volta su Google la parola emo a circa 13 anni, questo è il primo nome che ho visto”. 

“Questa era Taxi Driver dei Gym Class Heroes, per Marni a Birmingham. Ha inviato un messaggio chiedendo dei Gym Class Heroes. E sai, Marni, che alcuni dei nostri primissimi concerti sotto l’etichetta della Fueled By Ramen erano proprio con questi ragazzi? Erano così gentili con noi. I loro set che hanno suonato le sere in cui abbiamo suonato con loro erano così divertenti. E non c’erano molte band che facevano quello che stavano facendo nella scena in quel momento. Voglio dire, Travie stava rappando. Era un artista hip hop, ma era anche un ragazzo hardcore. E la canzone a cui penso sempre quando penso ai Gym Class Heroes è Taxi Driver”.

Questa band ha tutto. Sono così divertenti e, per me, incarnano ciò che i creatori del genere emo volevano vedere dalla loro scena. Hanno certamente canzoni aggressive. Hanno dei pit ai loro concerti e diventano chiassosi ma penso che, più di ogni altra cosa, quando vai a uno spettacolo dei Turnstile provi un senso di appartenenza e di unione. E c’è praticamente lo stesso numero di donne e uomini nella folla. La band è multiculturale. È davvero una band grandiosa, i Turnstile di Baltimora, che è di quella zona di Washington da cui provenivano i creatori di questo genere. Per me, è semplicemente incredibile che siano un po’ come questa reincarnazione dei primi giorni del post-hardcore. Sicuramente sono cresciuti così tanto da questo album di debutto. Penso che questa band sia così importante. Saranno in giro per molto tempo”.

“È ora di mettere in shuffle l’album di questo episodio. Ok, ragazzi, abbiate pazienza. Appassionati di emo francesi, siete là fuori? Ho bisogno di voi adesso. Ho bisogno di voi perché l’unica parola che so pronunciare in questo titolo è lumière, solo perché sono cresciuta guardando La Bella e la Bestia. Questa è Une année sans lumière. La Francia è uno dei miei paesi preferiti quindi questo è davvero imbarazzante”. 

“Ehi ehi. La parte più gioiosa della nostalgia emo per me è stata ascoltare i Fall Out Boy per la prima volta. Sono ancora una delle mie band preferite di tutti i tempi. Ricordo di essere al liceo, da adolescente, e ascoltare Infinity on High. E so che erano già una grande band a questo punto. Sono entrata in quella fase tutta My Space, mi facevo la frangetta, e volevo farmi i capelli anche se mia mamma non voleva. Poi è uscito Folie à Deux, e ricordo che ero grande abbastanza per poterli andare a vedere in concerto con amici. Eravamo tutti vestiti a dovere? Assolutamente. Con capelli solidi come la roccia a causa della lacca e la più grande frangetta laterale che puoi immaginare. Ricordo che sono usciti sul palco e io ho iniziato a piangere. Ricordo anche che gli ho visti di nuovo 10 anni fa e piangere di nuovo. Li dovrò vedere di nuovo questa estate, e senza dubbio inizierò a piangere di nuovo perché li amo così tanto. E piangerò volentieri perché sono un emo in tutto e per tutto e ne sono orgogliosa”. 

“Oh, Tina, tutto questo è fantastico. Questo è il motivo per cui il tema di questo episodio sono i debutti: li hai scoperti già con una carriera avviata, e poi hai avuto tutto questo tesoro da esplorare. E penso che quello che ti rende una mega fan dei Fall Out Boy è che ti piace tornare indietro, vedere la crescita e come si è sviluppata la loro musica. Hai scelto una grande band da seguire perché quei ragazzi sono davvero brave persone. Dobbiamo mettere qualcosa dal loro album di debutto, Take This to Your Grave. Allora, Tina, sono sicura che conosci questa canzone. Questa è Grand Theft Autumn”.

“Va bene, è arrivato il momento che ho aspettato da cinque episodi, voglio parlare della mia band preferita in assoluto. Si chiamano mewithoutYou. I mewithoutYou sono questa strana fusione di poesia slam post-hardcore di molte cose che amo della scena. Li ho scoperti perché sono andata a un loro concerto. Mia mamma mi ci ha portato perché, sai, avevo 14 anni, quindi non avevo ancora una macchina o niente del genere. Mi ha lasciato a questo concerto di tutte le età, e loro erano di apertura. Ad essere onesta, è stato uno degli spettacoli più strani che abbia mai visto. E devi ricordare che, in quel momento, probabilmente avevo visto solo una manciata di concerti indie o emo, e non ce n’erano molti a Nashville in quel momento. Ce n’erano alcuni, ma c’erano solo un paio per tutte le età. Quindi questo è uno a cui mia madre mi avrebbe lasciato andare. Avevo circa $20 perché ho fatto dei soldi facendo da babysitter. Questa canzone apre il loro set, sale la band, e quando Aaron, il cantante, è salito sul palco, era come nessun frontman che avessi mai visto. Indossava abiti a brandelli e un berretto da baseball, una felpa e il cappuccio lo ha tenuto per quasi tutto lo spettacolo. E sai cosa ho fatto io? Sono andata e ho trovato una felpa con cappuccio in un bidone della spazzatura. E l’ho indossata per i primi concerti dei Paramore. Ecco quanto ho amato questa band. 

“Stanno facendo il loro tour di addio. Mi devasta. Non so spiegare quanto mi mancherà questa band. Amo follemente i mewithoutYou. Mi mancheranno molto. Volevo suonare una canzone del loro album di debutto, che è l’album che ho ascoltato quando li ho scoperti. Questa canzone è una delle prime canzoni che hanno suonato dal vivo in quella fatidica notte in cui mi è capitato di entrare in questo locale dove stavano suonando. E io, tra l’altro, ho speso tutti i miei 20 dollari in merchandising e dando la mancia al tizio del merchandising. Ed è questo che la musica ti fa”. 

“Andiamo in shuffle per l’ultima volta. Abbiamo Neighborhood #1 (Tunnels). Non posso crederci che finiamo il shuffle con la prima canzone dell’album di debutto degli Arcade Fire. Fico. Amo questa canzone così tanto. 

“Amo così tanto questo disco. Grazie ragazzi per avermi assecondata. So che in questo show mi prendo delle libertà con ciò che definisco emo. Ma guarda, è sempre stato il caso che nessuno sappia davvero cosa diavolo sia l’emo. Naturalmente, abbiamo la storia. Ovviamente hai Wikipedia e tutta quella roba è fantastica. Ma penso che per seguire davvero il lignaggio di questo genere devi essere disposto ad aprirti ad altri canali e trovare band che non suonano necessariamente punk. E quando ascolto una band come gli Arcade Fire penso a quanto permesso hanno dato alle giovani band di essere più emotivi e semplicemente di trascendere un genere specifico.

Eravamo ossessionati dagli Arcade Fire. Ora li ascolto e penso immediatamente a band come Black Country, New Road e tante altre band che sono sperimentali e parlano di cose che sono davvero difficili nella loro musica. E non puoi fare a meno di piangere quando ascolti i testi o quando ascolti i toni che stanno usando, o soprattutto se li vedi dal vivo (se sei abbastanza fortunato da vederli dal vivo). Quindi trovo che questo album sia estremamente, estremamente importante per il genere. Spero che ti sia piaciuto”. 

“Ok, è il momento di Any Other Business (AOB). È qui che posso parlarti delle nuove band che ho scoperto, band che amo da un po’, che sento che han bisogno di un altro po’ di amore, che spero scoprirai insieme a me. 

“Ma questa band… ho amato questa band per anni e sono stato così entusiasta della loro nuova musica. Li ho sentiti per la prima volta quando avevano una canzone chiamata Volcano che mi ha lasciato a bocca aperta e non li ho mai visti dal vivo, ma io sono abbastanza sicura che sia potente. Li ho scritto su Instagram tantissimo tempo fa per fargli sapere che spero di poter suonare con loro un giorno. Questa è una band chiamata Kills Birds, e questa è una nuova canzone che hanno recentemente pubblicato chiamata Cough Up Cherries”. 

“Sono ancora indecisa sui prossimi album da mettere in shuffle. Non riesco a capire dove voglio dirigermi. Intanto che ci penso ecco Obvious dei Blink-182”.