Paramore Italia

Ascolta la chiacchierata tra Hayley Williams e Anna Faris

Hayley Williams ha discusso con Anna Faris di infedeltà, terapia, dei sogni artistici, delle qualità da cercare in un partner, dell’empatia, e altro ancora.

Hayley Williams si è unita ad Anna Faris al suo podcast Anna Faris Is Unqualificated. Dal 2015, il podcast consiste in interviste a celebrità e personaggi culturali, seguite da telefonate agli ascoltatori che chiedono consigli sulle relazione, e la cantante ha confessato che è stato il primo podcast che ha mai ascoltato.

Si parla di crescita, della scelta tra adattarsi e accettare l’essere unici, dell’infedeltà, della terapia, delle parti migliori di Nashville, dei sogni artistici, dei viaggi, delle qualità da cercare in un partner, dell’empatia, far parte di una band, diventare solista, incontrare Amy Grant, una lettera scritta dalla cantante ai NSYNC e altro ancora. Ascoltalo per intero qui

Per tutta la sua vita, Hayley ha avuto l’occasione di visitare tutto il mondo in tour con i Paramore, ma confessa che non intraprenderebbe mai un viaggio da sola.

“Non mi dispiace stare da sola, mi ricarico così. Ma penso che sono in una band così mi sento protetta. Se una cosa mi piace, la vuoi farlo con me? Perché io voglio davvero farla, ma non da sola. Quindi non credo che lo farei. Pubblicare due album da solista, quando sono una persona che ama stare in una band, è stato strano ma sono contenta di averlo fatto, perché mi ha aperto il cuore a cose nuove, ma nello stesso tempo l’ho anche odiato. Non mi piaceva pensare che sarei andata in tour e fondamentalmente avrei rappresentato solo me stessa. Non mi sembrava giusto.

E tra tutti i concerti che i Paramore han fatto, Hayley si ricorda principalmente la data di Berlino del 2017. Prima del concerto, ha annunciato sul suo profilo Instagram che aveva divorziato con il suo ex marito Chad Gilbert.

“Ricordo la notte in cui ho dovuto fare quell’annuncio. Con la band eravamo da qualche parte in Germania, penso che fossimo a Berlino, e loro sapevano che stava succedendo. Gli ho detto che non volevo il mio telefono, non volevo essere su internet, non voglio vedere cosa diceva la gente, e avevamo un concerto la sera successiva, quindi sapevo che qualunque cosa stavo per passare, avevo bisogno di stroncarla sul nascere. Tutti mi hanno incontrato in questa pizzeria, e mi hanno sorpreso perché pensavo di andare sola con Brian, il mio migliore amico. Tutti erano lì, e abbiamo bevuto vino e abbiamo mangiato pizza e siamo stati tutti insieme fino alle quattro o alle cinque del mattino. Ed era solo perché sapevano che avevo bisogno di essere distratta. E non credo di aver mai dato loro la possibilità di esserci per me in questo modo. È stato bello. È un bel ricordo. 

Son stata quella che ha iniziato il processo del divorzio. Non avevo mai sentito alcun senso di controllo durante l’intera relazione. Quindi sento che è stato ancora più spaventoso iniziare questo processo, perché mi ci sono voluti 10 anni per trovare la mia voce. Ora la sto controllando.

La conversazione del divorzio continua con Anna che chiede a Hayley se c’era dell’infedeltà nella relazione, e Hayley risponde di sì

“Sì, c’è stata. Non ero molto shockata quando l’ho scoperto. Lo stavo cercando di dimostrare da molto tempo, ma non ci sono mai riuscita. Quando l’ho scoperto, ricordo di essermi fatta una doccia e mi sono guardata allo specchio senza nessun vestito, e avevo una terribile immagine a causa di questa relazione malsana in cui mi trovavo. E ricordo solo che mi guardavo in faccia, guardavo i miei occhi e mi dicevo che non sono stata trattata nel modo che meritavo di essere trattata, e ci deve essere qualcuno là fuori che ti vede, ma ti vede per davvero. Non è la persona con la quale sei attualmente, e non lo è mai stata. Devi capirlo. Ma mi ci sono voluti ancora mesi di avanti e indietro perché pensavo che dovessi provare a farlo funzionare perché è passato così tanto tempo, e subito dopo ho dovuto letteralmente affrontare un matrimonio. Io e mia madre abbiamo parlato un po’ perché penso che lei abbia avuto un’esperienza simile, ma trovare il coraggio di possedere la mia voce e proteggermi davvero è stata una cosa difficile da affrontare, e la mia rabbia era una cosa difficile da afferrare. Mi ci sono voluti anni per essere onesta con me stessa su quanto fossi arrabbiata, e ancora non avevo scritto Simmer, in cui la parola d’ordine è rabbia, in cui ho urlato a squarciagola quando ho rintracciato quelle voci perché ero finalmente onesta su quanto arrabbiata ero.

L’intervista continua con Hayley che rivela di essere di nuovo in una relazione

“Sai, è la prima volta che ho una relazione che penso sia sana, e quindi questo di per sé sembra un’impresa enorme. Devo davvero stare attenta a me stessa nella mia propensione a proteggermi o essere in difesa quando non ho bisogno di esserlo solo a causa delle esperienze passate. E non puoi farci niente, è come se ti portassi sempre dietro le cose che hai passato. Non mi piace nemmeno pensarlo come un bagaglio, perché sto cercando di riformulare il mio passato come uno strumento, e mi sta aiutando a creare un percorso per me stessa che sono in grado di fare grazie a quello che ho passato. E, sai, mi sento come se non sarei nemmeno stata in grado di interessarmi alle relazioni romantiche se non fossi in terapia e se non fossi attiva nel lavorare su me stessa. Ma sì, sono felice. Mi sento più al sicuro di prima di essere aperta a una nuova relazione. 

“Ora che ho avuto alcune delle esperienze, e sono dove sono oggi, penso che la qualità principale che un partner debba avere sia l’empatia. Ma è anche la curiosità, apprezzo molto la curiosità. Adoro parlare e ascoltare e avere conversazioni lunghissime che potenzialmente non portano da nessuna parte. Ma non lo capisci davvero senza curiosità e, naturalmente, senza empatia, e mi piace pensare alle stronzate filosofiche. Sembra una rivelazione poter avere rispetto per qualcuno che ami.