Skip to content
Intervista

Hayley analizza le canzoni di Petals for Armor I per Pandora

Durante il suo viaggio promozionale di Petals for Armor a New York, Hayley Williams si è fermata negli studi di Pandora per chiacchierare sulla prima parte.

Durante il suo viaggio promozionale per Petals for Armor a New York, Hayley Williams si è fermata negli studi di Pandora per parlare delle canzoni della parte I di PFA. Ha analizzato tutte e cinque le canzoni che sono state rilasciate per il primo EP: Simmer, Leave It Alone, Cinnamon, Creepin’ e Sudden Desire.

Simmer: “Ho pensato che Simmer fosse un ottimo punto di partenza per Petals for Armor. La parte I è molto pesante, anche per il sound. C’è molta oscurità, ma per me scopro che devo superare molta oscurità prima di poter trovare cose redentrici da abbracciare o godermi nella vita. Non lo so, forse è quella parte malata di me che pensa di doverlo guadagnare? Rabbia per me è una parola così brutta, e mi vergognavo così tanto di provarla. Ma nell’accettare e riconoscere la mia rabbia ho trovato un catalizzatore per così tanta crescita personale. Adesso provo gioia. Per il mio viaggio personalmente è stato molto importante iniziare con questo pezzo e guidare le persone nella mia avventura.

Leave It Alone: “Leave It Alone è stata davvero una scottatura. Stavo cercando di capire la mia paura di perdere le persone. Mia nonna, la mamma di mia madre, è caduta e c’è stato un brutto incidente che le ha fatto perdere la memoria e mi ha risvegliato un sacco di paure di perdere le persone. Avevo davvero bisogno di un modo per esprimere la mia paura di perdere la gente, questo era il mio modo di farlo. È bello sentire di averlo tirato fuori da me.

Cinnamon: “Cinnamon è in realtà una dedica alla mia casa. Scrivo in tutta la mia casa, nella quale mi son trasferita proprio mentre stavamo rilasciando After Laughter. È stata infestata dai pipistrelli, ho dovuto passare tutto il primo anno che eravamo in viaggio cercando di ripulirla. Adesso è il mio santuario. Scrivo quando vado di sopra in camera mia, che è fondamentalmente una soffitta. Potrei scrivere quando sono nella mia cucina, mentre faccio il tè o quando sono nella stanza della musica. La mia casa è così stimolante e per me questo è ciò di cui parla Cinnamon.

Creepin’: “Creepin’ riguarda… guarda, tutti hanno i social media, quindi praticamente tutti sono dei guardoni. Nelle relazioni a volte sono così appiccicosi dopo degli avvenimenti ed è difficile lasciarlo andare. Sono diventata quasi ossessionata da questa idea che prendiamo ciò che vogliamo dai ricordi. Creepin’ è una canzone così divertente per me ed è stato davvero emozionante scriverla perché è stata una canzone accidentale ed è molto diversa dal resto delle canzoni nella Parte I.

Sudden Desire: “Sudden Desire riguarda quei sentimenti che non vuoi necessariamente provare perché ne hai paura e ti rendi conto che c’è un elefante nella stanza che nessuno riconosce perché è così tangibile, ma non vuoi ammetti che è lì. Nella mia vita non ho vissuto relazioni sane e quindi l’esperienza del desiderio è spesso spaventosa perché non voglio ricadere nel buco da cui sono appena uscita.